Gran Canaria sede dei Mondiali di Calcio 2030

Gran Canaria sede dei Mondiali di Calcio 2030

Finalmente tutti i dubbi sono stati fugati e Gran Canaria ospiterà i Mondiali di Calcio 2030, che la trasformeranno in uno dei centri nevralgici del calcio a livello mondiale.

La Fifa ha comunicato che i Mondiali del 2030, quelli del centenario, sono stati assegnati a tre paesi: Spagna, Portogallo e Marocco. 

Ma è stata fatta anche un’importante e significativa precisazione: tre partite si giocheranno in Sudamerica, là dove tutto è cominciato nel 1930.

Questo sarà anche un grande messaggio di pace, tolleranza e inclusione, partendo dal Sudamerica per poi finire in Europa, dove verrà giocata la finale.

I mondiali di calcio 2030 scelgono Gran Canaria, una delle sedi storiche per ospitare le partite della competizione internazionale più importante del mondo. 

Sono già note le 11 località del territorio spagnolo dove si giocheranno le partite del campionato di calcio e Gran Canaria sarà una di queste.

È fondamentale il ruolo del Cabildo di Gran Canaria che, oltre a fungere da interlocutore con la RFEF, è stato anche il massimo precursore della candidatura dell’isola a diventare l’ospite dei Mondiali.

Questo è un progetto ambizioso che sta per diventare realtà ed il “7 Palmas” diventerà uno stadio di livello mondiale, all’avanguardia e multifunzionale.

Tuttavia è stato previsto un investimento di 101,2 milioni di euro per i lavori dello stadio, così che a Gran Canaria si respira già un’atmosfera calcistica. 

L’intento è quello di ricreare l’atmosfera della magica isola delle Canarie, il cui modello architettonico si ispirerà a strutture moderne della Spagna.

È previsto un aumento della capienza, che passerà dalle attuali 32.418 persone a più di 44.000 spettatori.

Per questo è previsto una ristrutturazione dello stadio con migliori accessi e servizi rendendolo una struttura di prima classe per il calcio.

Iscriviti al Gruppo "Vivi Fuerteventura" per rimanere sempre aggiornato.